Articoli taggati ‘osservatorio’

Osservatorio Volagratis: da Roma a Bangkok, il Natale si festeggia in viaggio

mercoledì, 14 dicembre 2016, 17:06

Come emerge dalle analisi dell’Osservatorio Volagratis, gli italiani passeranno il Natale tra Londra, Catania e Parigi, le mete più scelte in assoluto. Chi ha organizzato le vacanze in anticipo volerà invece tra New York, Bangkok e la Florida.

Gli stranieri che scelgono l’Italia per festeggiare le vacanze natalizie preferiscono Roma, Milano e Venezia. Ma ai tedeschi piace Catania, e agli inglesi Napoli.

Le vacanze di Natale sono da sempre una delle migliori occasioni per viaggiare.

Per questo l’Osservatorio Volagratis ha elaborato le tendenze di volo sia degli italiani che degli stranieri che scelgono il nostro Paese per trascorrere le festività per capire meglio i gusti e i trend nella scelta delle destinazioni.

Tra Londra e Catania: il Natale degli italiani
Londra, Catania e Parigi: sono queste le tre mete preferite dagli italiani in partenza per le vacanze natalizie secondo i dati elaborati dall’Osservatorio Volagratis.

Complice la diminuzione del prezzo medio del volo (155 euro per A/R, -5,6% rispetto al 2015), Londra vede aumentare le partenze del 18,2%, confermandosi la città perfetta per passare 5 giorni di festa, tra le scintillanti decorazioni di Trafalgar Square e le luci di Carnaby Street.

Catania, invece, grazie alla diminuzione dei prezzi del 14,4% (prezzo medio 188 euro per A/R), è presa d’assalto non soltanto dagli studenti fuori sede che rientrano per le vacanze, ma anche dai turisti che non intendono perdersi il vasto programma natalizio della città, con una rassegna di eventi ricca di concerti, mostre e presepi.

La capitale francese, che fa segnalare prezzi più bassi del 9,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (130 euro come prezzo medio per andata e ritorno), risulta ideale per respirare fino in fondo l’atmosfera natalizia, con i mercatini allestiti negli angoli più suggestivi della città, la ruota panoramica a Place de la Concorde e Disneyland Paris per i più piccoli.

Voli interni: il Bel Paese d’inverno
Impossibile resistere al fascino della Sicilia anche con il freddo: l’isola italiana la fa da padrone anche per quanto riguarda gli spostamenti interni, con le tratte Milano-Catania e Milano-Palermo che si posizionano rispettivamente al primo e al terzo posto, con un costo medio del volo di andata e ritorno di 194 e 210 euro. Al secondo posto c’è chi fa il percorso inverso da Catania a Milano: la tratta ha scalato quattro posizioni dal 2015, con un aumento del 40,1% delle prenotazioni, complice anche la diminuzione dei costi del 28,4% (in media 106 euro per A/R). La permanenza media è di 8 giorni e gli spostamenti sono nella maggior parte dei casi singoli (48,71%) o in coppia (27,03%). Aumentano considerevolmente in viaggi in famiglia (+18,4%) e tra coppie di amici (+24,6%) rispetto allo stesso periodo del 2015.

Tratte a medio raggio: da soli o in coppia, le gite fuori porta in Europa
A scegliere le tratte a medio raggio, per visitare qualche città europea, sono soprattutto le coppie (il 36,36% delle prenotazioni) e i viaggiatori singoli (32,93%). Alle già citate Londra e Parigi si aggiunge al terzo posto Amsterdam, che risale la classifica con +21,9% di partenze rispetto al 2015 (161 euro per un volo andata e ritorno), e che è pronta ad accogliere i turisti con l’Amsterdam Light Festival: oltre 35 opere d’arte luminose, create da artisti e designer di fama internazionale, renderanno il centro storico della città olandese un museo a cielo aperto con giochi di luce, sculture scintillanti, proiezioni luminose e installazioni lungo le strade e nei parchi. Ci si ferma in media 4 o 5 giorni, con partenze programmate nella maggior parte dei casi di venerdì (25,22%) con rientro lunedì (20,78%).

Lungo raggio: dagli USA al Giappone, il Natale è anche intercontinentale
Chi ha organizzato il Natale con un anticipo di almeno 3 mesi, ha puntato soprattutto ai voli intercontinentali: al primo posto spicca New York, con il 63,9% di prenotazioni in più rispetto al 2015, complice un forte calo dei prezzi (-33,2%) che ha permesso di prenotare il volo A/R con una spesa media di 569 € con una permanenza di 9 giorni. Dopotutto, la città americana è nota per essere una delle mete più ambite con le feste di Natale: come resistere alle luminose e addobbate vie dello shopping e ad una pattinata sul ghiaccio all’ombra dell’albero del Rockefeller Center?

Chi invece ha a disposizione più giorni di riposo sceglie Bangkok, le cui presenze aumentano del 16,4% (costo medio per andata e ritorno di 767 euro e permanenza di 14 giorni), o Fort Lauderdale in Florida, che grazie al crollo del costo del viaggio (-43,1%, 745 euro per una A/R) ha visto schizzare le prenotazioni del +49,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Appena giù dal podio seguono Buenos Aires e L’Havana: la città cubana sale di 4 posizioni raddoppiando le presenze (+44%) nonostante il prezzo medio del biglietto A/R sia cresciuto del 49,4%. Il calo dei prezzi per Tokyo (-31,4%, 597 euro A/R) ha invece fatto posizionare la città giapponese al 6° posto, con il 90,5% di presenze in più rispetto al 2015.

Incoming: Roma e Milano le mete preferite dai viaggiatori europei
Dando un’occhiata alle mete italiane preferito da francesi, inglesi, tedeschi e spagnoli, secondo l’Osservatorio Volagratis Roma, Milano e Venezia si confermano tra le città più ambite e visitate per le feste di Natale. La Capitale italiana continua infatti a rimanere una delle città più desiderate del mondo e in occasione del Natale abbina ad una temperatura piuttosto mite un’atmosfera magica e attrazioni di ogni tipo per grandi e piccini, dall’imperdibile visita a Piazza San Pietro al tradizionale abete in Piazza Venezia.

Andando nel dettaglio, i francesi dedicano alle feste in Italia in media 5 giorni: il 37,81% le passa a Roma, mentre il 16% (+15,6% rispetto al 2015) sceglie la Laguna veneziana grazie anche a tariffe più basse del 22,5% rispetto allo scorso anno. Buon afflusso da Oltralpe anche per Milano, con l’11,51% di presenze (+10,2%): il capoluogo lombardo sarà vestito a festa con l’albero di Natale in piazza Duomo, un abete rosso di ventotto metri di altezza decorato con più di 400 palle rosse e argento e 6 km di luci led a basso consumo. A viaggiare sono nella maggior parte dei casi le coppie (42,55%) con una permanenza media di 5 giorni.

Anche per gli spagnoli la Capitale continua ad avere il suo fascino: in testa alle preferenze degli iberici, viene scelta dal 37,16% dei viaggiatori, nonostante un calo dell’11,2%. Milano e Venezia scambiano invece il posto in classifica e sono meta rispettivamente del 25,27% e del 7,16% delle partenze dalla Spagna. I viaggiatori sono soprattutto singoli (39,73%) con una permanenza media di 8 giorni.

Anche dal Regno Unito si conferma il primo posto di Roma; seguono Milano, con un aumento sbalorditivo del 175,4% di presenze, e Napoli: la città partenopea accoglierà i turisti con la tradizione dei presepi a San Gregorio Armeno, la strada conosciuta in tutto il mondo per le botteghe artigiane che si dedicano alla creazione di Natività.

Per i tedeschi le tratte più acquistate sono verso la Capitale (Francoforte-Roma e Monaco-Roma), mentre al terzo posto si trova, a sorpresa, il volo Monaco-Catania che recupera ben 13 posizioni rispetto al 2015 con un aumento dei viaggiatori pari al 321,8%, complice il calo dei prezzi del 26,9%.

OSSERVATORIO VOLAGRATIS: PONTE DEL 2 GIUGNO, LA PRIMA VERA PAUSA ESTIVA

mercoledì, 18 maggio 2016, 11:04

I dati sono elaborati dall’Osservatorio Volagratis, che analizza le prenotazioni di voli, hotel ,
pacchetti vacanze e crociere effettuate su
volagratis.com (www.osservatorio-volagratis.com)

 

• Vincono le isole: Sicilia prima per i voli, Tenerife per i pacchetti tutto compreso
• In aumento i viaggi a lungo raggio: in testa New York , San Pietroburgo e Mosca
• Si tratta della prima vacanza lunga, con molte permanenze di 7 giorni o più

 

Milano, 17 maggio 2016. Con l’estate alle porte e il lungo ponte del due giugno, molti italiani programmano qualche giorno di relax al mare o alla scoperta dell’Europa. Anticipando le vacanze estive, una buona parte di loro, come emerge dalle analisi dell’Osservatorio Volagratis.com, ha deciso di concedersi un’intera settimana di ferie. Per il primo viaggio lungo dell’anno si scelgono soprattutto le isole: Tenerife è in testa nelle prenotazioni dei pacchetti completi mentre la Sicilia sbaraglia la concorrenza per quanto riguarda i soli voli. Anche le crociere si allungano oltre il ponte, con un viaggio nel Mediterraneo che supera nella maggioranza dei casi i sette giorni.

In volo tra la Sicilia e New York
Il ponte del 2 giugno, con il suo clima perfetto per visitare le città d’arte, è scelto sempre più spesso dagli italiani per partire alla scoperta di qualche capitale europea. Nel generale aumento del 7,5% delle prenotazioni dei voli per l’estero, Londra, Parigi, Barcellona e Amsterdam rimangono – come nel 2015 – le mete più gettonate. La vera novità è Bucarest che, anche grazie ai prezzi competitivi dei voli (il costo medio di prenotazione è di soli 67 euro), vede un incremento delle presenze del 41% rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda le tratte a lungo raggio, l’aumento è ancora più marcato (+77%): a crescere sono in particolare le prenotazioni di voli per New York: per la Grande Mela il prezzo medio del volo è di 490 euro, più basso di 70 euro rispetto allo scorso anno, e la permanenza media è di 5 giorni. In seconda posizione San Pietroburgo con un costo medio di 320 euro per 4 giorni e, sorpresa di questa stagione, Mosca che è passata in terza posizione dalla sesta dello scorso anno con un costo medio del volo di 310 euro e una permanenza di 4 notti.

Nelle tratte interne vince, e di molto, la Sicilia, con Catania e Palermo che totalizzano assieme quasi l’11% delle partenze complessive. I prezzi medi dei voli da Milano per questo ponte si aggirano intorno ai 140 euro, 107 euro per chi parte da Roma. Chi sceglie una città siciliana, vi rimane in media 4 giorni, sfruttando tutto il lungo ponte. La Sardegna è la seconda isola più prenotata dagli italiani per questo ponte con un costo medio per il volo su Olbia di circa 150 euro per una durata della vacanza di 4 giorni.

Nella maggioranza dei casi, sia per le vacanze all’estero che per quelle all’interno dei confini nazionali, si sceglie di partire il giovedì o il venerdì e di tornare il lunedì o il martedì, in modo da sfruttare i prezzi più bassi infrasettimanali.

Voglia di mare (e soprattutto di isole)
Chi sceglie i pacchetti che comprendono volo e hotel punta in modo deciso verso le isole: nella top 10 delle destinazioni più prenotate compaiono infatti Tenerife, Majorca, Ibiza e la Sardegna. Tenerife in particolare, la più popolosa delle Canarie, con le sue spiagge vulcaniche e il clima mite tutto l’anno, vede un vero e proprio boom nelle prenotazioni, piazzandosi in terza posizione dopo Barcellona e Amsterdam. Si tratta in molti casi di un consistente anticipo delle canoniche vacanze estive, che non si limita ai giorni del ponte ma dura tutta la settimana, per un costo medio di 490 euro a persona (ci si ferma più di 7 giorni a Tenerife e circa 5 in Sardegna per un costo medio di 334 euro a persona). Barcellona è sempre la più prenotata con la perfetta combinazione di divertimento, mare e vita culturale e un prezzo medio molto conveniente di 360 euro per il volo e 3 notti in hotel mentre Amsterdam, in seconda posizione, raggiunge il prezzo di 370 euro per il volo e 3 notti di vacanza.

Salpare da Venezia, alla scoperta del Mediterraneo
Il 2 giugno è anche un’ottima occasione per partire per una crociera, preferita soprattutto dalle coppie (il 57% del totale delle prenotazioni) che vogliono ritagliarsi qualche momento di relax. La meta scelta è soprattutto il Mediterraneo occidentale (56%) dove si punta verso Barcellona, Palma di Maiorca, Ibiza, Valencia e Marsiglia. C’è anche chi si spinge a oriente (37%) e nel Nord Europa (8%), che vengono esplorati, attaccando qualche giorno al ponte, per una media di 7/8 giorni (il 79% delle prenotazioni, per un costo di circa 590 euro) o anche di più (il 18% sceglie la prima vacanza lunga, con un viaggio di 9 o più giorni). Il porto preferito, in questo periodo d’inizio estate, è quello di Venezia (che totalizza ben il 46% delle partenze), seguito da Genova e Civitavecchia.

 

OSSERVATORIO VOLAGRATIS PER IL PONTE DEL 25 APRILE, TRA SICILIA E NEW YORK

giovedì, 14 aprile 2016, 10:48

I dati sono elaborati dall’Osservatorio Volagratis, che analizza le prenotazioni di voli, hotel, pacchetti vacanze e crociere effettuate su volagratis.com (www.osservatorio-volagratis.com)

  • Tra i voli interni vince la Sicilia, chi sceglie l’estero preferisce Londra e Barcellona
  • Nella classifica delle mete più ambite fanno la loro comparsa Mosca e San Pietroburgo
  • Budapest e Malta sono tra le destinazioni con il miglior rapporto qualità/prezzo
  • Molte coppie scelgono una breve crociera nel Mediterraneo, soprattutto lungo la costa ovest

Milano, 8 aprile 2016. Con l’estate alle porte e il tempo decisamente mite di questi giorni, molti italiani hanno deciso di approfittare del ponte del 25 aprile per un primo assaggio delle vacanze estive, concedendosi un week end al mare o una gita culturale, nella stagione migliore, in una grande città d’arte.

Si vola, da soli (a Catania) o in coppia (a Londra)
Per quanto riguarda i voli interni ci si sposta soprattutto verso le calde coste della Sicilia: Catania e Palermo sono le mete più ambite, seguite da Roma, con molte partenze soprattutto da Torino. Si tratta in maggioranza di biglietti singoli (41%), segno che molti viaggiatori partono da soli per trascorrere poi il ponte in famiglia. La permanenza

Top 3 destinazioni volo

Anche chi opta per un viaggio in Europa sceglie gli stessi giorni, ma si sposta, in questo caso, soprattutto in coppia (il 40%). Londra (che totalizza il 13% delle prenotazioni), Amsterdam, Barcellona e Parigi sono le mete preferite. C’è anche chi decide di concedersi una fuga più esotica, concentrando in tre o quattro giorni un viaggio alla scoperta di New York in primavera, tra teatri e rooftop bar (l’11% di chi sceglie un volo a lungo raggio), del sole già caldo e delle atmosfere romantiche di Marrakech (10%) o delle bellezze artistiche di Mosca (8%) e San Pietroburgo (7,5%), entrambe new entry in classifica.

Il fascino di Barcellona, la convenienza di Malta
Per quanto riguarda i pacchetti volo più hotel, Barcellona, ottima scelta per chi vuole conciliare divertimento e vita culturale, si conferma la meta più scelta in assoluto (8,5%), seguita da Budapest, Amsterdam e Londra. Nella top 10, in mezzo a molte grandi capitali, c’è posto di nuovo per la Sicilia, il cui clima in questa stagione è particolarmente mite. Malta spicca tra le destinazioni più economiche in questo periodo: sono ancora disponibili pacchetti di quattro giorni, compresi di volo di a/r e hotel, per il prezzo conveniente di meno di 300€ a persona.
A fare la parte del leone nelle prenotazioni solo hotel è invece Londra, seguita da Venezia e Roma mentre tra le destinazioni con il miglior rapporto qualità/prezzo troviamo Napoli, con una spesa media di 176 € per una permanenza di 3-4 giorni.

Top 3 destinazioni solo hotel e volo+hotel

Mini crociere nel Mediterrarneo
Il ponte del 25 aprile inaugura anche la stagione delle crociere: prenotate in maggioranza da coppie (58%), durano otto giorni (55%) o anche meno, configurandosi di fatto come long week end marittimi (33%) con un costo medio di 345 € a persona. Anche per il poco tempo a disposizione, ben l’89% dei viaggiatori sceglie di rimanere nel Mediterraneo, con una forte preferenza per la costa occidentale. Tra le crociere più gettonate su volagratis.com ci sono la Dipinto di Blu (otto  giorni passati tra le bellezze di Barcellona, Valencia, Palma di Maiorca, Palermo e Napoli), la sua versione più breve Mini Mediterraneo, e la Cuore Mediterraneo, che si spinge più a sud, toccando Corsica, Sardegna e arrivando fino a Malta.

OSSERVATORIO VOLAGRATIS: UN INSOLITO CAPODANNO ITALIANO

martedì, 29 dicembre 2015, 14:51

Milano, 29 dicembre 2015 – Dopo un Natale passato in famiglia, per gli italiani è tempo di fare le valigie e partire: come mostrano i dati dell’Osservatorio Volagratis, che analizza le prenotazioni di voli e pacchetti vacanze effettuate dal sito Volagratis.com, il 60% dei connazionali che hanno prenotato sui portali del gruppo per l’intero periodo festivo, ha scelto proprio i giorni a cavallo tra 2015 e 2016 per concedersi una breve vacanza e festeggiare l’arrivo del nuovo anno, con il Belpaese in testa nel raccogliere la maggioranza delle preferenze (25%).

Approfittando di un inverno sorprendentemente mite e tra i più caldi della storia, gli italiani hanno scelto di accogliere il nuovo anno dalle coste della nostra meravigliosa Isola Maggiore: la Sicilia infatti, con Catania e Palermo in primis, è la meta prediletta dal 30% dei vacanzieri che rimangono tra i confini nazionali, con soggiorni medi di circa 5 giorni. Roma è al secondo posto con il 12% delle preferenze.

Non solo Capodanno. Ma se la maggioranza delle prenotazioni festive copre il periodo della fine dell’anno, c’è anche un 25% di viaggiatori che ha deciso di prendersi una vacanza durante il periodo dell’Epifania, quando i prezzi dei voli sono più bassi, circa 123€ di spesa media a tratta contro i 200€ di chi passerà il veglione fuori.                          Chi decide invece di salutare l’anno nuovo al di fuori della Penisola, sceglie prevalentemente le capitali europee (45%) con Londra al primo posto seguita da Barcellona e Parigi, ma con Budapest e Praga che registrano interessanti aumenti delle prenotazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Prima destinazione non europea a comparire nella classifica delle mete preferite degli italiani per questo Capodanno è New York.

Top 3 – Italiani in Italia

 

Top 3 – Italiani in Europa

I voli si prenotano sempre più in anticipo. Dai dati analizzati dall’Osservatorio emerge quest’anno in particolare la tendenza a pianificare i propri spostamenti con maggior anticipo. Attento ai costi, il 50% dei viaggiatori ha prenotato almeno un mese prima, contro il 36% del 2014. Il 17% ha addirittura prenotato il viaggio dai 3 ai 6 mesi prima della partenza (l’anno precedente era stato solo il 10%).

Il fascino del sole d’inverno. Per quanto riguarda le mete a medio raggio, riscuote grande successo Malta, dove ci si ferma una media di cinque giorni. A Marrakech e alle Isole Canarie, Tenerife soprattutto, ci si ferma almeno per 7 giorni. Chi prenota solo il volo e punta a temperature estive sceglie soprattutto la Thailandia, il Brasile e il fascino latino di Cuba, che presto verrà inevitabilmente contaminato dall’apertura al turismo statunitense.

Top 3 – Lungo raggio

Dall’estero in Italia. L’Italia risulta particolarmente attraente per i turisti francesi e spagnoli, che totalizzano entrambi il 18% delle prenotazioni dall’estero, per i tedeschi (13%) e i britannici (6%). A conquistare la vetta della classifica, sia per prenotazioni solo volo che volo +hotel, è Roma, che si aggiudica anche il terzo posto nella graduatoria delle capitali europee più visitate: un’occasione da non perdere per combinare le celebrazioni per l’anno nuovo e quelle per il Giubileo, sullo sfondo della capitale in festa. Un ottimo riscontro ottengono anche Napoli e Palermo, che totalizzano un numero significativo di prenotazioni volo+hotel .

Top 3 – Incoming Italia

 

Natale 2013, cresce la voglia di mete lontane

martedì, 10 dicembre 2013, 12:08

• Voli: i Paesi europei rimangano la meta preferita degli italiani per le vacanze natalizie (49% delle prenotazioni), ma cresce la quota di chi volerà più lontano (27% contro il 10% dello scorso anno)

• Pacchetti vacanze: è ancora “amour” tra italiani e Parigi, che si conferma la prima destinazione europea; New York rimane al top di quelle a lungo raggio

• Vacanze esclusive: la magia dei borghi

• Crociere: aumenta la durata del viaggio, fino a 11 giorni per le destinazioni extra Mediterraneo, che però a Natale raccoglie il 70% delle prenotazioni

• Ristoranti: si mangia italiano e si cercano le promozioni “scaccia crisi” con sconti fino al 40% sul menu natalizio

Chiasso, 10 dicembre 2013“Vediamo i primi segnali di ripresa per le prenotazioni del Natale e Capodanno. Dopo un periodo buio, cresce in maniera sensibile il numero degli italiani che trascorrerà le festività in viaggio. Scorrendo i dati delle prenotazioni su Volagratis si vede, un aumento delle prenotazioni del 20% rispetto allo scorso anno“. Lo afferma Fabio Cannavale, Executive Chairman di Bravofly Rumbo Group, commentando le evidenze dell’Osservatorio Volagratis per il periodo natalizio 2013, che analizza le ricerche e le prenotazioni effettuate sui siti che fanno capo a Bravofly Rumbo Group, specializzati nell’offerta online di soluzioni per il viaggio e il tempo libero.

Voli, aumentano i viaggi all’estero

Il 76% degli italiani volerà oltre i confini del Paese rispetto al 72% del 2012. La vera novità è la crescita delle prenotazioni su mete di lungo raggio: 27% rispetto al 10% dello scorso anno. Di contro, le città europee vedono diminuire il proprio peso al 49% dal 62% del 2012, mentre i voli nazionali scendono dal 28% al 24%: quindi più estero anche questa stagione per la maggior parte degli italiani.

Grafico 1: Le destinazioni per Natale/Capodanno 2013 (solo volo)

Se in estate sono le destinazioni spagnole a raccogliere la quota maggiore di prenotazioni a livello europeo, a Natale e Capodanno sono le città più a nord a conquistare il podio delle top 5. La classifica rimane sostanzialmente invariata rispetto al 2012 con Londra, Parigi, Amsterdam e Berlino che rimangono salde alle loro posizioni. Madrid segue invece la sorte di Barcellona, uscita lo scorso anno dalla classifica, e cede il quinto posto a Bucarest. La new entry della classifica si distingue per il prezzo più alto a tratta (€112), mentre Parigi è quella più conveniente (€91). In generale, i voli low cost sono scelti nel 56,2% dei casi (con una spesa media di €98) e quelli tradizionali nel 41,5% (€118), ma continuano a crescere i voli combinati che permettono di abbinare proposte di diverse compagnie aeree e categorie di voli, spendendo in media €105.

Grafico 2: top 5 destinazioni UE con prezzo a tratta

Per chi decide di rimanere in patria, i voli nazionali vedono prevalere ancora una volta la Sicilia: Catania e Palermo sono le prime destinazioni della top 5, rispettivamente con il 26,3% e il 12,8% delle prenotazioni. In generale, si spostano in Italia soprattutto le persone che, trasferitesi per motivi di lavoro in altre città, visitano la famiglia in occasione della festività. Questa tendenza è confermata dalla percentuale di chi viaggia da solo: secondo i dati dell’ Osservatorio Volagratis è ben il 40,6% di tutte le prenotazioni effettuate sul sito. Le coppie sono il 37,7%, i gruppi di amici il 13,7% e le famiglie, con uno o più minori, il 9%.

Tutte le destinazioni extra-europee vedono quest’anno un aumento delle prenotazioni. In particolare, a guidare la crescita dell’area asiatica, che passa all’8,4% dal 3,1% del 2012, è la Thailandia che da sola raccoglie un terzo delle prenotazioni verso questa regione. Trend positivo anche per i Paesi del Nord America, all’8,6% dal 3,6%: i viaggi si concentrano soprattutto su Stati Uniti con l’87,6% delle prenotazioni.

New York è la città a stelle strisce più richiesta dagli italiani: quasi 3 prenotazioni su 5 riguardano la Grande Mela, che anche nel 2013 è in vetta nella top 5 delle città extra-europee con un costo medio a tratta di €338. Confermano la propria presenza in classifica Bangkok (€438), che sale al secondo posto dal quarto dello scorso anno, e Miami (€472) che guadagna la quarta posizione. Dubai e Marrakech, rispettivamente seconda e terza lo scorso anno, escono dalla top 5 a favore de L’Avana (€477) e Casablanca (€164).

Grafico 3: Top 5 destinazioni extra-UE con prezzo a tratta

/>

Sulla base delle prenotazioni dei voli di andata e di ritorno, emerge che la maggior parte delle partenze si concentra intorno a Capodanno (34%). Sale quest’anno al 13% la percentuale di coloro che decidono di partire dopo Capodanno, e rimangono fuori una media di 6 giorni, approfittando degli sconti vantaggiosi post festivi.

Roma, la città italiana preferita dagli europei a Natale

Non solo partenze, ma anche arrivi da altri Paesi. Il nostro Belpaese continua ad essere meta ricercata dai turisti stranieri. Sono soprattutto i tedeschi (19,2%) e i russi (17,2%) che hanno scelto l’Italia come meta preferita per le proprie vacanze natalizie. Seguono gli inglesi (10,8%) e i francesi (9,9%).
Il fascino di Roma conquista soprattutto i tedeschi, francesi e spagnoli. Sorprende la quota di turisti russi che ha deciso di atterrare a Milano, ben il 64,1%, forse combinando lo shopping ad una vacanza in una località di montagna. Oltre al Colosseo e la Madonnina, ad attrarre i turisti stranieri sarà quest’anno anche Napoli, rinomata per i suoi presepi e le forti tradizioni natalizie.

Pacchetti vacanze, Barcellona e Berlino entrano nella top 5

Nelle soluzioni di viaggio che includono volo e hotel, Parigi si conferma la meta europea più richiesta anche nel 2013 con l’11,4% delle prenotazioni, in crescita dal 6,9% dello scorso anno. Budapest scivola dalla seconda posizione alla quinta, a pari merito con la nuova entrata Berlino (5,5%), e lascia il secondo posto ad Amsterdam (7,5%). Londra conferma la terza posizione (7,2%) mentre Barcellona esordisce nella top 5 al quarto posto, prenotata nel 6,5% dei casi. La durata media del soggiorno è di 3 notti e i costi a persona sono in linea con quelli dello scorso anno, variando dai €300 di Barcellona, Budapest, Berlino e Amsterdam ai €350 di Parigi, fino ai €400 di Londra. Si parte soprattutto tra Natale e Capodanno (56%), e in particolare il 33% delle partenze si concentra dal 28 al 30 dicembre. Cresce inoltre la quota di chi viaggia nella prima settimana del nuovo anno, dal 15% al 20%.

Anche nei pacchetti vacanze, New York è la destinazione di lungo raggio prediletta dagli italiani e raddoppia il peso sul totale venduto rispetto al 2012, con un prezzo medio a persona attorno ai €1.000 per un soggiorno di 6 giorni. In ripresa le prenotazioni su Sharm el Sheik dopo il nuovo rallentamento registrato a partire dal periodo estivo. Il costo medio a persona per 9 notti tra Natale e Capodanno si aggira attorno ai €900.

Vacanze Esclusive in un borgo o lungo il mare

Hotelyo, il brand di altagamma di Bravofly Rumbo Group specializzato nell’offerta di luxury hotel, segnala che gli italiani che non oltrepasseranno il confine sempre di più scelgono hotel particolari per festeggiare il Capodanno. Le prenotazioni più richieste su Hotelyo sono un hotel di Sorrento con vista mare, un albergo diffuso in un borgo abruzzese e alloggi in Alto Adige. Le permanenze sono soprattutto di 3 notti e preferibilmente con il cenone incluso.

Crociere, l’area Occidentale vince il “derby Mediterraneo”

Le prenotazioni effettuate sul sito Crocierssime.it mostrano una netta preponderanza del Mediterraneo Occidentale: gli itinerari più scelti sono quelli che portano alla Costa Azzurra, Barcellona, Isole Baleari e Tunisia. Nel 2012 era stata l’area Orientale a farla da padrone con viaggi verso la Turchia, Creta e Isole Greche. In generale, quest’anno il Mediterraneo rappresenta il 70% delle partenze a Natale, mentre a Capodanno vede scendere la propria quota al 55% a favore di Dubai (20%), Caraibi (13%) e Isole Canarie (6%).
Le crociere dureranno più del solito: in media 9 giorni a Natale contro i 7 del 2012, arrivando a sfiorare i 10 a Capodanno per il maggior peso delle destinazione extra-mediterranee. Il prezzo medio per una crociera di 7 giorni sul Mediterraneo è di €630 a persona; si sale a €1.500 per le mete extra-mediterranee. Nello specifico, la spesa media per visitare i Caraibi è pari a €1.800 (incluso volo e prima notte in hotel); più convenienti Dubai/Emirati Arabi e le Canarie, rispettivamente €1.400 e €1.140, che comprendono anche il volo.

Ristoranti, per il Cenone vince la tradizione

Le festività natalizie sono ancora sinonimo di cucina italiana, in grado di metter d’accordo tutti i palati: solo il 19% delle prenotazioni per pranzi di Natale e cenoni sulla piattaforma di 2Spaghi.it riguardano ristoranti etnici, orientali in testa.
Il “ristorante” classico è la categoria più richiesta a Natale, in particolare quello in località di montagna. A Capodanno vincono i locali come le enoteche e pub che offrono, oltre alla cena, l’opportunità di continuare la serata in un’unica location. Convivialità e ottima cucina sono gli ingredienti chiave per cene e pranzi in agriturismo, una categoria particolarmente apprezzata nel Centro Italia per il cenone.
Il prezzo medio per queste feste oscilla tra i €70 e i €130, il 40,5% in più rispetto al resto dell’anno. Tuttavia sono molte le promozioni “scacciacrisi” proposte dai ristoratori, che includono sconti fino al 40% o menù fissi tra i €40 e i €70. Anche gustare una cena o pranzo “stellato” può costare meno rispetto agli scorsi anni: il prezzo medio nel 2013 varia tra €90 e i €200 a pasto. Il menu “unico” scompare per lasciare spazio ad alternative, anche per persone con intolleranze alimentari o per chi ad esempio è vegetariano.